Questo per me è un giorno speciale. E’ la giornata mondiale per la ricerca per le malattie rare. E non solo. Oggi è pronto Le domande di Emma (Emma’s Questions).

Un progetto al quale ho lavorato tanto negli ultimi mesi, mettendoci dentro tutta la cura e tutto l’amore di cui sono capace.
È un’idea nata alla fine dell’estate, in una notte insonne. All’inizio era un’immagine da appuntare su un quaderno, ma è diventata velocemente qualcosa di più.
Un’idea più grande e più vasta che ben presto ha coinvolto persone che amo, persone che ammiro, persone che conosco da sempre e persone che conoscevo da pochissimo. Tutte accomunate da una cosa: la loro semplice e evidente bellezza.
Da un’idea piccola che credevo quasi soltanto mia, è iniziato un percorso fatto di amore e generosità che ne ha alimentati ancora e ancora, spontaneamente.

Per me, davvero, è stata la prima volta che ho sentito e capito che l’amore genera amore, che se hai la voglia e il coraggio di mettere in circolo qualcosa in cui credi davvero e che per te è importante, in qualche modo qualcosa di speciale e inaspettato accade, sempre.
Ora non mi resta altro che attendere che tutto questo diventi di tutti, giorno dopo giorno: una goccia di speranza, una carezza per chi ne ha bisogno.

Le domande di Emma è un albo illustrato che è nato dalle tante domande che i bambini con patologie della pelle (e non solo), patologie che richiedono cura e attenzione quotidiane, possono fare spesso ai propri familiari, oppure possono tenere per sé, incapaci di esprimere i propri dubbi, le proprie paure e anche le proprie speranze.

Questo libro nasce prima di tutto da un ascolto attento e partecipe delle bambine e dei bambini, e cerca di restituire loro una narrazione onesta ma allo stesso tempo delicata e rassicurante.

E’ una storia raccontata per aiutare ogni bambina e ogni bambino a esprimere le domande che sente dentro di sé, a trovare le parole più adatte per farlo, e cerca di offrire loro anche alcune risposte possibili e una visione della propria routine di cura come qualcosa di normale ma anche importante, un gesto di affetto verso se stessi, il proprio corpo e le cure che richiede.

Un libro che potrà essere come una carezza, a ogni età.

Le domande di Emma ha un testo semplice e comprensibile, è presente, a fianco, anche il testo in inglese, a cura di Sara Ruggiu, ed è accompagnato dalle illustrazioni di Sarah Khoury http://www.sarahkhoury.com/, illustrazioni di grande delicatezza e profondo significato capaci di rendere il testo ancora più comunicativo e prezioso.

Quando ho scritto questa storia ho subito pensato al tratto inconfondibile di Sarah, niente mi sembrava più adatto, ma ancora non osavo immaginare che avrebbe accettato di abbracciare il mio progetto. E invece Sarah ha detto di sì e ha reso speciale questo libro con le sue matite e il suo punto di vista. E io sono onorata di aver potuto collaborare con lei.

Da Il Gazzettino di Padova del 1 marzo 2020

 

Dalla quarta di copertina:
Ogni sera Emma ha un rituale da seguire con molta cura: la sua pelle delicata richiede attenzione e una crema da spalmare quotidianamente.
Emma ha tante domande nella sua testa e la forza di farle alle persone giuste, come la Dottoressa Pellebella e la sua famiglia che la supportano nel trovare ogni giorno la voglia di seguire le cure con affetto.
È così che Emma riesce a trovare le risposte per sentirsi al sicuro e conquistare la consapevolezza che ognuno ha qualcosa di speciale di cui prendersi cura. Un messaggio d’amore, di coinvolgimento e motivazione alla cura del proprio corpo e della propria anima.

Le domande di Emma/Emma’s questions
di Daria Tinagli
Illustrazioni di Sarah Khoury
Traduzione in inglese a cura di Sara Ruggiu
Camelozampa Editore

Prezzo 10 euro
Disponibile on-line sui principali bookshop e ordinabile in ogni libreria della tua città.

Acquistalo qui:

https://il.ink/ledomandediemma

Parte del ricavato sarà devoluto a Liscea (ODV Associazione Italiana Lichen Scleroatrofico) per supportare progetti inerenti il Lichen Scleroatrofico in età pediatrica.

Un ringraziamento speciale va a Sanamedica Group Spa che ha creduto in questo progetto e lo ha gentilmente finanziato in parte, Sanamedica Group Spa è una casa farmaceutica produttrice di Elage Crema e Elage Olio Detergente.